Ca Marta

ca marta

progettazione urbanistica di nuovo polo industriale

 

Il progetto ha fondato i propri presupposti nell’attenta risposta alle esigenze pubbliche e private manifestate dalle parti in occasione dei numerosi incontri volti alla ricerca del migliore assetto possibile dell’area, punto fermo attorno al quale sviluppare aspetti ed interessi diversi, con un unico obiettivo comune: l’arricchimento del patrimonio esistente.

Lo studio del territorio e delle possibili alternative hanno generato un piano urbanistico dettagliato ed elaborato, perfettamente integrato nel contesto cittadino: una soluzione progettuale che prevede l’estensione dei due poli esistenti nel contorno dell’area oggetto di studio: uno sportivo e l’altro artigianale e commerciale . Molta importanza è stata data al mantenimento delle aree verdi e degli elementi di rilevanza storica: quali la valorizzazione dell’antico percorso storico che collegava la Casiglia (oggi sede di Assopiastrelle, un tempo facente parte dei possedimenti legati al Palazzo Ducale di Sassuolo) al fiume Secchia, delineandosi come un viale alberato che filtra la lottizzazione lasciando da una parte i capannoni e dall’altra i campi da calcio; oltre alla valorizzazione della fascia verde che costeggia il Canale di Modena che ne permetterà la visibilità e la fruibilità. Idea principale dell’architetto progettista è l’ideazione di edifici che si inseriscano con discrezione nel contesto urbano, ma che siano al contempo oggetto di attenzione per il loro carattere innovativo.

Una progettazione elaborata e studiata nei minimi dettagli per sfruttare al meglio le possibilità di sviluppo esistenti, valorizzando le identità del luogo, unendo forze e idee innovative per arricchire il patrimonio esistente.

 

Sassuolo (MO)

Anno di progettazione 2013